L'ad della Conad: "Aspettativa non retribuita per lavoratori non vaccinati"

·2 minuto per la lettura
Conad sui dipendenti non vaccinati
Conad sui dipendenti non vaccinati

L’amministratore delegato della Conad Francesco Pugliese si è scherato a favore del green pass per i luoghi di lavoro avanzando la proposta di licenziare i dipendenti che non lo posseggono. Le sue affermazioni hanno scatenato l’ira dei no vax che sul web si sono detti pronti a boicottare i supermercati di quel marchio.

Conad sui dipendenti non vaccinati

Intervenuto durante la trasmissione Quarta Repubblica in onda su Rete Quattro, l’ad ha dichiarato che “ognuno deve essere libero di fare quello che crede, ma in quel caso la cosa più giusta sarebbe andare in aspettativa non retribuita così da poter essere sostituito, altrimenti non ne usciamo“. In altre parole, i dipendenti che non vogliono sottoporsi a vaccinazione dovrebbero farsi da parte e rinunciare allo stipendio.

Conad sui dipendenti non vaccinati e il green pass

Pugliese si è poi detto molto d’accordo con lo strumento del green pass, ritenendo inconcepibile che i suoi lavoratori non debbano averlo: “La mia libertà finisce dove inizia quella sua. Non capisco perché io che sono vaccinato ho dovuto fare il tampone per venire in trasmissione, devo avere queste attenzioni e poi corro il rischio di andare al supermercato e trovare il dipendente che al contrario non è vaccinato“.

Nel corso della puntata ha inoltre raccontato l’anno della pandemia con l’introduzione di tutte le misure anti contagio per garantire la sicurezza di clienti e lavoratori. Il certificato verde obbligatorio per i suoi circa 65 mila dipendenti, ha aggiunto, sarebbe a suo parere un’altra accortezza necessaria per salvaguardare la salute di tutti.

Conad sui dipendenti non vaccinati: no vax all’attacco

Dopo le dichiarazioni del CEO, l’hashtag #Conad è salito in cima ai trend topic di Twitter. Tra i post in cui viene menzionato vi sono quelli di utenti che si sono schierati contro Pugliese e hanno annunciato che eviteranno di fare la spesa alla Conadvista la simpatia del proprietario“. Qualcun altro ha attaccato la catena chiedendo se “davvero pensate che alla Conad freghi della salute e dei vaccinati” accusandola di cavalcare il pretesto per “fare pulizia di vecchi contratti a fronte di nuovi meno dignitosi”. Numerosi poi gli utenti che hanno supportato l’amministratore e dichiarato che sapere che i dipendenti abbiano ricevuto il vaccino rende i supermercati posti più sicuri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli