L'addio del capo di gabinetto di Speranza forse legato all'inchiesta per epidemia colposa

·2 minuto per la lettura
gabinetto speranza
gabinetto speranza

Sono giorni difficili per il ministro della Salute Roberto Speranza, che nella giornata di mercoledì 15 settembre ha visto l’addio del proprio capo di gabinetto al ministero Goffredo Zaccardi, sostituito dal magistrato Tiziana Coccoluto. Un addio che nonostante infatti sia stato ufficialmente giustificato con “motivi personali” da parte di Zaccardi, in realtà sembrerebbe celare un coinvolgimento di quest’ultimo all’interno dell’inchiesta sulla gestione della pandemia di Covid-19 in Italia aperta dalla procura di Bergamo.

Sostituito capo di gabinetto di Speranza: probabile coinvolgimento nell’inchiesta su gestione pandemia

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Giornale, le dimissioni di Zaccardi sarebbero dunque da collegare al coinvolgimento del magistrato a riposo nell’inchiesta per epidemia colposa aperta dalla procura della Repubblica bergamasca a seguito della denuncia dei familiari delle vittime della zona, una delle prime ad essere tristemente note nelle fasi iniziali della pandemia in Italia.

Il nome di Goffredo Zaccardi sarebbe infatti presente all’interno della mail che all’epoca Ranieri Guerra (ex direttore generale dell’ufficio di Prevenzione al ministero della Salute e in seguito direttore vicario dell’Oms) inviò al ricercatore Francesco Zambon per impedire la pubblicazione del report in cui venivano rivelate le pesanti responsabilità dell’esecutivo italiano nella gestione della pandemia.

Nel reporto veniva indicato come il piano pandemico italiano infatti non fosse stato più aggiornato dal lontano 2006, risultando dunque obsoleto di fronte all’emergenza Covid del 2020. Report che è successivamente sparito da interneto 24 ore dopo la sua pubblicazione.

Sostituito capo di gabinetto di Speranza: il ruolo di Zaccardi nell’inchiesta di Bergamo

Il ruolo di Zaccardi in quel contesto sarebbe stato proprio quello di ufficiale di collegamento con l’Oms. E proprio di Zaccardi Guerra aveva parlato apertamente per aver partecipato assieme a lui a una riunione con il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro.

Sostituito capo di gabinetto di Speranza: il ministro era a conoscenza del report?

Ciò che è da capire a questo punto è se il ministro della Salute Speranza fosse a conoscenza del report pubblicato e poi cancellato dal web. Se così fosse, con scenari che dunque contraddirebbero la versione ufficiale fornita ai pubblici ministeri di Bergamo, potrebbero partire una serie di avvisi di garanzia. A questo punto l’improvviso addio di Zaccardi come capo di cabinetto potrebbero essere un’indirette conferma di tutto questo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli