Lady Gaga torna al cinema: sarà la vedova Gucci per Ridley Scott

Lady Gaga (REUTERS/Danny Moloshok)

La popstar italo-americana, che con il film A Star Is Born ha conquistato il cuore di Hollywood e di milioni di fan, oltre che un prezioso Oscar, sarebbe stata scelta dal celebre regista Ridley Scott per interpretare Patrizia Reggiani, la vedova Gucci. In cantiere ci sarebbe un film sull'omicidio di Maurizio Gucci e sulla donna, poi soprannominata Vedova Nera, condannata come mandante dell'assassinio, avvenuto nel 1995.

LEGGI ANCHE: La mamma di Lady Gaga: "Il bullismo devastò mia figlia: i suoi problemi mentali iniziarono da ragazzina"

“Devi essere Patrizia Reggiani”, le avrebbe chiesto Scott, deciso a portarla di nuovo sul grande schermo. E, stando a quanto riporta la rivista Variety, sembra proprio che Lady Germanotta non abbia resistito alla tentazione e abbia detto sì al regista de Il Gladiatore.

Pare che al momento non ci sia ancora un distributore ufficiale, ma Scott si sarebbe impegnato a comprare, con la sua Scott Free Productions, i diritti di The House of Gucci: A sensational story of murder, madness, glamour and greed. La biografia, scritta da Sara Gay Forden e adattata da Roberto Bentivegna, è il resoconto di quanto successo allo stilista italiano, ucciso da una moglie ferita.

LEGGI ANCHE: Lady Gaga, messo all’asta il vestito dei Golden Globe

Patrizia Reggiani ha sposato Maurizio Gucci, erede dell’omonimo impero, nel 1973. Ma la favola è durata poco. Dodici anni più tardi, con la scusa di un viaggio d’affari, ha lasciato la moglie e le due figlie, Alessandra e Allegra. Ha fatto la valigia ed è partito. Con l’amante, Paola Franchi.

La Reggiani, ferita, ha messo in atto la propria vendetta. Nel 1995, quattro anni dopo il divorzio, ha ordinato l’omicidio del marito. Maurizio Gucci è morto il 27 marzo 1995, davanti al suo palazzo. Un uomo gli ha sparato tre colpi, due alla schiena, uno al gluteo destro. Ma a porre fine alla sua vita è stato un quarto colpo sparato alla testa.

Solo nel 1997 la polizia è riuscita a processare l’esecutore materiale dell’omicidio, individuando la Reggiani come mandante. La donna, in appello, è stata condannata a 26 anni di carcere e, proprio in carcere, ha tentato di impiccarsi con le lenzuola. Patrizia è tornata libera all’inizio del 2017.

GUARDA ANCHE: Lady Gaga cade dal palco mentre abbraccia un fan