L’aereo più veloce del mondo? Boom vola da Roma a Sydney in 7 ore

Fabrizio Arnhold
Il rendering di come potrebbe essere Boom (Credits: Boom Technology)

E’ già stato ribattezzato come l’erede del Concorde. Per volare da Milano a New York ci impiegherà tre ore, solo sette per atterrare a Sydney partendo da Roma. XB-1 sarà pronto entro la fine dell’anno, è il prototipo del nuovo aereo supersonico che diminuirà il tempo necessario per volare tra le città del mondo. E’ progettato da una donna, Erin Fisher, e si chiamerà Boom.

Chi sta già pensando che il biglietto costerà una fortuna, si sbaglia. “Il prezzo sarà come quello di un volo in business, 5mila euro andata e ritorno nelle tratte transatlantiche”, spiega Erin Fisher, “head of flight controls” all’interno del progetto del jet supersonico Boom. “All’interno ci saranno 42-50 sedili”. I test sono previsti nel 2020, si inizia vicino Denver, poi in una base militare nel Sud della California. Se tutto filerà liscio, il super jet sarà pronto per entrare in servizio.

Un Concorde (Getty)

L’articolo interessa. Ci sono già compratori. “Virgin Group ha opzionato 10 pezzi, un’altra compagnia aerea europea ne vuole 15”, aggiunge Fisher che, però, non svela di quale compagnia si tratta. Per averlo bisogna  sborsare 187 milioni di euro, un prezzo tutto sommato accettabile se si considera che ne servono 206 per compare un Boeing 787. Boom si candida a sostituire il Concorde, ormai in pensione dal 2003 a causa dei costi di manutenzione e del carburante diventati ormai eccessivi.

Boom sarà lungo 52 metri, con un’apertura alare di 18 metri e potrà volare fino a 2.716 chilometri orari. Grazie ai progressi tecnologici e al calo del costo del petrolio, Boom è uno dei progetti più interessanti per viaggiare a oltre il doppio della velocità del suono. Per renderlo leggero il jet sarà assemblato con fibra di carbonio. Per andare così veloce volerà anche più in alto rispetto agli aerei di linea: 60mila piedi (circa 18 chilometri), rispetto ai 40mila piedi degli altri velivoli. Da Milano per vistare la Grande Mela serviranno tre ore. Lo stesso tempo che si impegna oggi per arrivare a Roma con l’Alta velocità.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità