L'affondo di Putin contro i giganti del web, "concorrenti" degli Stati

·1 minuto per la lettura

AGI - - I giganti del web sono diventati "concorrenti" degli Stati. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, nel suo messaggio al World Economic Forum di Davos. "Non sono solo giganti economici: in alcune zone sono di fatto già concorrenti degli Stati", ha affermato Putin.

"I giganti tecnologici moderni,a partire dai giganti dell'IT, hanno iniziato a svolgere un ruolo sempre più significativo nella vita della società. Se ne parla molto ora, soprattutto in relazione agli eventi che hanno avuto luogo negli Stati Uniti durante la campagna elettorale. Questi non sono più solo alcuni giganti economici; in alcune aree, sono già di fatto in competizione con lo Stato", ha osservato.

Secondo il presidente russo, il pubblico di questi giganti è di miliardi di utenti e le persone trascorrono una parte significativa della loro vita utilizzandoli. "La società si chiede in che misura un tale monopolio soddisfi esattamente l'interesse pubblico. Dov'è il confine tra il successo di un gruppo economico mondiale che offre servizi al pubblico e il tentativo di controllare brutalmente, e a sua discrezione, la società?".  

"L'abbiamo visto tutti negli Stati Uniti di recente. Tutti capiscono di cosa sto parlando ora. Sono sicuro che la stragrande maggioranza delle persone condivide questa posizione, compresi quelli che stanno partecipando all'evento con noi oggi", ha aggiunto.