Lagarde: "Contro l'inflazione pronti a nuovi rialzi dei tassi"

no credit

AGI - La Bce adotterà rapidamente ulteriori misure se l'inflazione elevata persiste e si ripercuote sulle aspettative a medio termine. Lo ha affermato la presidente Christine Lagarde. Tra luglio e ottobre, l'istituto centrale ha alzato i tassi del 2% per la prima volta nella sua storia. Ha così dimostrato la sua determinazione a ridurre l'inflazione, che supera il 10% nella zona euro, trainata essenzialmente dai prezzi dell'energia.

Ma "se dovessimo vedere, ad esempio, l'inflazione diventare più persistente e le aspettative rischiano di disancorarsi", ovvero stabilizzarsi al di sopra dell'obiettivo del 2%, allora "non potremmo aspettare che si concretizzi il pieno impatto delle misure politiche", ha affermato Christine Lagarde in un discorso a Tallinn, in Estonia.

The environment we confront today is complex. We are facing shocks from various sides. But what monetary policy has to achieve is simple: we must and will not let these shocks cause lasting inflation.

Read my lecture @EestiPank https://t.co/HZ4gVByckA https://t.co/W38TWsA81t

— Christine Lagarde (@Lagarde) November 4, 2022

"Dovremmo adottare ulteriori misure fino a quando non saremo più sicuri che l'inflazione tornerà all'obiettivo in modo tempestivo", ha aggiunto. Lagarde avverte che i tassi potrebbero continuare a salire oltre il livello cosiddetto "neutrale", che non penalizza né favorisce l'attività e che è in procinto di essere raggiunto nei prossimi mesi.

La Bce è determinata nella sua volontà di domare l'inflazione alimentata dagli effetti dell'invasione armata russa dell'Ucraina e impedire che si radichi nell'economia. Ma le misure volte a ridurre la domanda potrebbero accentuare ulteriormente la recessione che incombe nella zona euro.

"Sebbene i recenti dati sulla crescita del Pil abbiano sorpreso al rialzo, il rischio di recessione è aumentato", ha riconosciuto Lagarde. Ma lo scenario di una "modesta recessione", se si concretizzerà come previsto a cavallo del 2023, non sara' sufficiente per "domare l'inflazione", ha avvertito in un forum organizzato a Riga dalla Banca di Lituania.