Lagarde: il 20 giugno riunione board, atteso ok a piano aiuti

A24/Spa

New York, 13 giu. (askanews) - E' atteso il 20 giugno prossimo il via libera formale alla linea di credito da 50 miliardi di dollari che il Fondo monetario internazionale garantirà nell'arco di tre anni all'Argentina. L'annuncio di un accordo era stato dato il 7 giugno scorso. Oggi il direttore generale dell'Fmi, Christine Lagarde, ha spiegato che il board esecutivo dell'istituto di Washington riceverà in giornata un'analisi sul piano economico messo a punto da Buenos Aires; il 20 giugno prossimo il board stesso valuterà formalmente la richiesta di aiuti giunta l'8 maggio scorso dalla nazione dell'America del Sud, che ha subito un notevole deprezzamento della sua valuta. Un ok è dato per scontato. A quel punto il Fondo pagherà la prima tranche di aiuti.

"Le autorità hanno richiesto che un terzo del sostegno sia sborsato con l'approvazione del programma e che la metà di quell'ammontare (7,5 miliardi di dollari) sia reso disponibile a sostegno del budget", ha spiegato Lagarde in una nota. "Siamo impazienti di aiutare a rafforzare l'economia argentina attraverso questo pacchetto di finanziamenti", ha aggiunto l'ex ministro francese delle Finanze.

Secondo lei, i negoziati sono stati "completati in modo soddisfacente" e il piano economico del presidente argentino Mauricio Macri "crea basi solide" per il piano di aiuti.