L'allarme degli scienziati sul Coronavirus negli Stati Uniti

·1 minuto per la lettura
covid usa scienziati
covid usa scienziati

Adesso Donald Trump ha cambiato idea sulla mascherina invitano i suoi cittadini a indossarla. Ma forse è troppo tardi. Perché secondo gli scienziati il Covid negli Usa non andrà regredendo. Anzi, per gli esperti ci sono pochi dubbi in merito: il Coronavirus non potrà che peggiorare. Il motivo è presto detto: il l’infezione pandemica adesso si sta spostando verso aree rurali e nelle aree urbane degli stati più remoti. Ed è per questo che gli esperti della John Hopkins University spiegano come: “Diversamente da molte nazioni nel mondo, gli Stati Uniti non sono al momento in grado di controllare questa epidemia”. Sono concordi anche gli scienziati della Association of American Medical Colleges: “Se la nazione non cambierà – e presto – il modo con cui sta affrontando l’emergenza le morti negli Stati uniti potrebbero salire ancora a multipli di centinaia di migliaia”.

Per gli scienziati il Covid in Usa peggiorerà

La situazione Covid negli Usa è in continuo peggioramento. Secondo i dati forniti dall’Università del Massachusetts, nel primo periodo di agosto i morti per l’infezione aumenteranno in 37 dei 50 stati americani. A lanciare l’allarme anche Deborah Birx, la dottoressa a capo della task force governativa sul Coronavirus: “Stiamo entrando in una nuova fase per gli Usa, peggiore rispetto alla precedente”. Per Trump si tratta di preoccupazioni eccessive.

Ma i numeri parlano chiaro e non lasciano spazio a interpretazioni: secondo un documento interno della Casa Bianca, redatto dalla Fema, conta 453.659 nuovi casi solo nell’ultima settimana. Alaska, Missouri, Montana, Oklahoma e Hawaii sono i cinque Stati che hanno registrato l’incremento maggiore.