L'allarme della Ong: 5 dispersi tra cui 2 bambine e donna incinta

·1 minuto per la lettura
Lampedusa
Lampedusa

Mentre l’attenzione del governo è concentrata sul frenare la pandemia da coronavirus, a Lampedusa continuano a sbarcare migranti. Dall’ong Mediterranea Saving Humans arriva un grido d’allarme: durante un naufragio sono state disperse una donna incinta e due bambine.

Naufragio Lampedusa, 15 persone salvate da peschereccio

“Naufragio a sud di Lampedusa: 5 persone disperse, di cui 2 bambine e 1 donna incinta; altre 15, pare tutte di nazionalità libica, soccorse da un peschereccio italiano. Tra loro un bambino di 9 anni che ha perso madre e sorelle” è l’allarme twittato dall’ong Mediterranea Saving Humans. Sono in totale cinque le persone disperse a causa del naufragio avvenuto nella notte nei pressi di Lampedusa, a circa 30 miglia a sud dell’isola. Altre 15 persone, invece, sono state salvate da un peschereccio di Mazara del Vallo, portate poi sull’isola. Proprio i migranti salvati dal peschereccio hanno raccontato di come risultino disperse una donna incinta e due bambine: subito è scattato l’allarme, che ha coinvolto la Ong.

Naufragio Lampedusa, si cercano i dispersi

Intanto le persone tratte in salvo dal peschereccio sono state trasferite nell’hotspot di Lampedusa, dove sono state sottoposte a un tampone per rilevare la presenza di coronavirus. Di loro, due sono risultate positive al test. Tutti i superstiti, perciò, si trovano ora in isolamento. Intanto i soccorritori italiani e maltesi si stanno occupando delle ricerche dei dispersi, anche se le condizioni del mare non sono per niente favorevoli.