L'Alto Rappresentante degli Affari Esteri e vice presidente della Commissione europea non ha dubbi

Il vicepresidente della Commissione europea Josep Borrell
Il vicepresidente della Commissione europea Josep Borrell

L’annuncio di Josep Borrell arriva alle agenzie nelle primissime ore del mattino di oggi, 22 settembre e lo fa dopo gli ultimi drammatici sviluppi del conflitto fra Mosca e Kiev: “Presto arriveranno altre sanzioni alla Russia“. L’Alto Rappresentante degli Affari Esteri e vice presidente della Commissione europea non ha dubbi e dopo la decisione di Vladimir Putin di mobilitare 300mila riservisti da lanciare in una guerra a cui promette “piglio” atomico ha spiegato che “altre misure restrittive verranno adottate al più presto in coordinazione con i nostri partner”.

“Presto arriveranno altre sanzioni alla Russia”

Quello di Josep Borrell non è un annuncio di intenti ma il frutto di una precisa decisione adottata dal Consiglio degli affari esteri straordinario dell’Ue riunito nelle ore serali e notturne del 21 settembre. Quella decisione finale è stata dunque comunicata dall’Alto Rappresentante degli Affari Esteri che ha voluto anche rincarare la dose.

“Aumenteremo gli aiuti militari a Kiev”

Borrell ha infatti precisato: “Continueremo ad aumentare il nostro supporto militare all’Ucraina e studieremo un nuovo pacchetto di sanzioni che prenda di mira settori dell’economia russa e una nuova lista di individui”. Borrell si era già dimostrato uomo di piglio e “falco” quando dopo l’approvazione della “Bussola Strategica” su Twitter aveva scritto: “Questa guerra sarà vinta dall’Ucraina sul campo”.