L'ambasciatore ucraino: "Ci auguriamo l'arrivo del Papa a Kiev in agosto"

Tiziana Fabi/Agf

AGI - Il Papa potrebbe essere a Kiev, per la desiderata visita in Ucraina, prima di metà settembre, quando si recherà in Kazakhstan per un vertice di leader religiosi, e magari già in agosto. A confermarlo in una intervista al Tg1 l'ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash.

"Siamo in attesa di un annuncio imminente della visita del papa in Ucraina", spiega, "è molto importante che il Santo Padre venga nel nostro paese prima dell'atteso viaggio in Kazakhstan, a metà settembre affinché il Pontefice possa testimoniare personalmente davanti ai principali leader religiosi del mondo e, se ci sarà, al Patriarca di Mosca Kirill, cosa ha visto in ucraina e la drammatica situazione del nostro paese dopo l'invasione russa".

Alla domanda se il viaggio potrà aver luogo entro agosto, il diplomatico risponde: "Noi ce l'auguriamo. Questa non è una visita che ha solo un significato politico diplomatico, ma anche religioso spirituale. Sarà nostra cura garantire la sicurezza del Papa e dei fedeli ad ogni livello.Da parte nostra è tutto pronto per la visita. Se il Papa una mattina decide di venire nel nostro paese noi siamo pronti ad accoglierlo immediatamente. La visita del Papa in Ucraina sarà il segno più forte che si può mettere fine alla guerra".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli