Lamborghini: primi nove mesi da record con ricavi +30% a 1,93 mld

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Sant'Agata Bolognese, 7 nov. – (Adnkronos) – Automobili Lamborghini si lascia alle spalle i migliori nove mesi di sempre e si appresta a chiudere il 2022 con risultati record in attesa della trasformazione che prenderà avvio il prossimo anno e che porterà all’ibridizzazione di tutta la gamma entro il 2024 e – grazie a un progressivo processo di elettrificazione – a un forte abbattimento delle emissioni dei modelli. La casa emiliana ha registrato fra gennaio e settembre 7430 consegne (+8% rispetto allo stesso periodo del 2021), con una crescita in tutte e tre le macro-regioni in cui è presente. Il mercato di riferimento continua ad essere quello degli USA (+8%), seguito da Cina-Hong Kong -Macao (+5%), Germania (+16%), UK (+20%) e Giappone (+26%). Il fatturato dei primi nove mesi ha raggiunto 1,93 miliardi di euro, in aumento del 30,1% rispetto allo stesso periodo del 2021 e anche il risultato operativo ha fatto registrare un incremento del 68,5%, attestandosi a 570 milioni grazie all’aumento dei volumi, alla crescita del fatturato medio per vettura, al mix prodotto, all'incremento delle personalizzazioni, e dall’andamento favorevole dei tassi di cambio. Il corrispondente Return on Sales (RoS) ha raggiunto il 29,6%, superando il 22,8% dello stesso periodo del 2021.

La maggiore crescita tra i modelli è stata registrata da Huracán, con 2.378 unità consegnate a livello mondiale e un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In termini assoluti invece per Urus è un vero e proprio record commerciale con 4.834 unità consegnate da gennaio a settembre (+7%), il numero più alto di Super SUV consegnati nei primi 9 mesi dal suo debutto nel 2018. Il modello V12, l’Aventador, ha invece concluso il suo ciclo produttivo: a settembre l’ultimo esemplare ha lasciato la linea produttiva mettendo fine a una storia di successo per uno dei modelli moderni più iconici della storia di Lamborghini.

Commentando i risultati Stephan Winkelmann, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, segnala come "questi dati in costante aumento dimostrano tutta la solidità di Lamborghini oggi. Abbiamo un portafoglio ordini che copre già il primo trimestre del 2024 e questo ci permette di lavorare con serenità guardando, in modo ponderato, alle sfide che il futuro ci impone, come il prossimo passaggio all’ibrido dal 2023.”