Lamborghini: Spotify il sound dei suoi motori

(Adnkronos) - Lamborghini rende disponibile su Spotify una originale playlist dedicata agli amanti del sound delle supercar bolognesi.

Celebra così la melodia dei suoi motori a combustione interna, il glorioso V12 uscito di scena con la Aventador, il V10 ad aspirazione naturale che spinge la velocissima Huracan e il V8 biturbo presente sulla Urus alle configurazioni S, Performance e base.

L’album si intitola “The Engine Songs” ed è una raccolta curata dal produttore musicale Alex Trecarichi e creata in collaborazione gli ingegneri del suono Lamborghini.

Tre coinvolgenti playlist che abbinano il suono del motore, emozionale e sfrenato, a brani scientificamente sintonizzati sul suo rombo e vibrazioni, Trecarichi per selezionare i brani presenti in “The Engine Songs” ha applicato al suono delle formule della “trasformata di Fourier”, una funzione matematica che il cervello istintivamente utilizza per scomporre un suono e le sue infinite sottocomponenti.

Trecarichi ha effettuato il tutto in uno studio, riproducendo la naturale capacità del cervello attraverso l’intelligenza artificiale: “Questo procedimento mi ha permesso di individuare le frequenze di base del motore che coincidono con le tre fasi precise della sua espressività: accensione (minimo), regime a 4.000 giri al minuto e potenza massima”.

Un esperimento unico nel suo genere, l’ultima supercar del marchio del Toro a montare un V12 aspirato è la Aventador LP 780-4 Ultimae, il suono del suo motore al minimo corrisponde a un Fa diesis, la stessa tonalità del brano di Lorenzo Senni e intitolata “Cannone infinito” inclusa nella playlist.

Mario Mautone Ingegnere Aerospaziale del suono, NVH Whle Vehicle Coordinator Lamborghini ha dichiarato: “Uno degli aspetti a cui presto attenzione è l'asprezza del suono che contraddistingue la Lamborghini. È quell'eco grezzo e metallico che poi si concretizza nell'esperienza psicoacustica, la risposta chimica ed emotiva all’onda sonora che il nostro cervello trasforma in emozioni e ricordi positivi. Per questo motivo associo il suono del V12 a quello di un violino: lo strumento per eccellenza delle note alte, capace di un crescendo dall’intensità all’acutezza, del tutto simile a quello generato dal V12 Lamborghini”.