L'America è alle prese con un'emergenza sfratti

·1 minuto per la lettura

AGI - Appello del presidente Usa Joe Biden per scongiurare l'emergenza sfratti, dopo che il Congresso non è ancora riuscito a rinnovare il blocco. "Dato che la scadenza della moratoria sugli sfratti si avvicina domani, invito tutti i governi statali e locali a prendere tutte le misure possibili per erogare immediatamente questi fondi, data l'imminente fine della moratoria sugli sfratti del CDC", afferma il presidente in una nota.

"I governi statali e locali hanno iniziato a ricevere i fondi per l'assistenza agli affitti d'emergenza a febbraio e sono stati ammessi per altri 21,5 miliardi di dollari che sono compresi nel piano di salvataggio americano. Cinque mesi dopo, con le località di tutta la nazione che dimostrano di poter consegnare i fondi in modo efficace, non ci possono essere scuse per qualsiasi stato o località che non acceleri l'erogazione dei fondi ai proprietari e agli inquilini che sono stati danneggiati durante questa pandemia".

Biden sottolinea che "ogni stato e governo locale deve far uscire questi fondi per assicurarsi di prevenire ogni sfratto possibile. I governi statali e locali possono e devono usare sia l'Emergency Rental Assistance che i loro fondi statali e locali dell'American Rescue Plan per le strategie con i tribunali, i gruppi comunitari e l'assistenza legale per assicurare che nessuno cerchi di ottenere uno sfratto se non ha cercato i fondi dell'Emergency Rental Assistance.

I governi statali e locali dovrebbero anche essere consapevoli che non c'è nessuna barriera legale alla moratoria a livello statale e locale. La mia amministrazione non si fermerà - né dovrebbero farlo i governi statali e locali - fino a quando i dollari dell'Emergency Rental Assistance non raggiungeranno gli americani in difficoltà". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli