L'America's Cup si ferma. Niente vento, regate rinviate

·1 minuto per la lettura

AGI - La giornata di gare è stata rinviata a domani. Le condizioni del tempo non sono migliorate. Per la prima volta la 36esima America's Cup deve alzare bandiera bianca, ricordando che alla fine l'elemento naturale è ancora decisivo nella vela.

La tecnologia da Formula Uno di Luna Rossa e Team New Zealand non ha potuto fare niente davanti all'assenza di vento. Servivano almeno 6,5 nodi di media, ma sul Golfo di Hauraki ce ne erano 5, troppo pochi per permettere alle due imbarcazioni di sfidarsi sul campo di regata.

Da ore lo specchio d'acqua era stato invaso da migliaia di tifosi e decine di imbarcazioni. Molti anche i tifosi italiani. La giornata era soleggiata, la temperatura di 24 gradi. La prima gara, la settima della sfida, chiusa al momento sul 3-3, è stata rinviata una prima volta, in attesa di un cambiamento del tempo. Poi è arrivata la prima comunicazione: partenza alle 16,52 locali, le 4,52 in Italia. Poi alle 16,57. E alle 17.

La commissione aveva pensato di annullare la prima regata, e far svolgere solo la seconda delle due gare in programma. Ma l'attesa non è stata premiata: il vento è rimasto debole. Così, dopo un'ora e mezzo è arrivata la comunicazione: "l'intera giornata è stata sospesa". Luna Rossa e Team New Zealand ci riproveranno domani, orario previsto alle 16,15, le 4,15 di stanotte in Italia. Vento permettendo.