L'amica di Serafina, ex compagna di Tozzi: "Amava ancora Umberto: dopo lui non ha avuto altri uomini"

HuffPost
Gloria Cuzzi; Umberto Tozzi e Serafina Scialò

“Serafina amava ancora Umberto Tozzi, è stato il suo unico uomo”. A parlare è Gloria Cuzzi, amica d’infanzia di Serafina Scialò, ex compagna del cantante trovata morta nella sua abitazione a Udine. La notizia della scomparsa era arrivata domenica 19 gennaio dopo che la donna, che si occupava delle pulizie in una scuola, aveva fatto perdere le tracce da qualche giorno, anche sul luogo di lavoro. A riportare il racconto dell’amica è il Corriere della Sera.

Si vedevano poco perché Serafina dopo la rottura con Umberto Tozzi era rientrata a Udine, mentre Gloria aveva cambiato regione [...] Gloria dice: “L’ultima volta che l’ho cercata era proprio a ridosso di Natale. Le ho scritto, ma non mi ha risposto. Ho visto anche che da qualche giorno non entrava in rete. Ho pensato che probabilmente si era riconciliata con suo figlio Nicola e che quindi volesse trascorrere in santa pace le festività... Poi, la notizia che mi è piombata addosso come un ciclone”.

Nonostante la relazione con Umberto Tozzi fosse conclusa da anni, l’amica d’infanzia afferma di essere sicura che la Scialò fosse ancora innamorata dell’artista.

“Io penso, anzi, ne sono certa che fosse ancora innamorata, nonostante tutto [...] Non soltanto penso che fosse ancora innamorata di Umberto, ma sono anche certa che dopo che si sono lasciati nella sua vita non ci sia stato più alcun fidanzato”.

Da par sua, negli scorsi giorni, Umberto Tozzi aveva dichiarato: “Avrei potuto mandare in galera Serafina per i soldi di cui si è appropriata. A suo tempo le avevo firmato due assegni in bianco per pagare dei fornitori. Lei li mandò all’incasso: uno era di 100 milioni, l’altro di 350 milioni di lire [...] Ma anche se mi aveva lasciato sul lastrico io rinunciai all’azione penale: era la madre di mio figlio”. A queste parole l’amica ha replicato:

“Non lo so... So per certo che una volta rientrata a Udine Serafina ha sempre dovuto arrabattarsi economicamente. La mia amica era...

Continua a leggere su HuffPost