Lamorgese: 53% intimidazioni a sindaci di natura ignota

Gci/

Roma, 22 giu. (askanews) - Il 53% degli atti intimidatori a sindaci o amministratori locali nel nostro paese ha ancora una "origine igonota". Almeno quanto risulta per l'anno 2019 al Viminale che, grazie al suo Osservatorio, ha censito 654 episodi. A fornire il dato stato oggi il il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, intervenuta nel corso della presentazione del Rapporto dell'associazione "Avviso Pubblico" dal titolo: "Amministratori sotto tiro". "Frequenti sono le lettere anonime, le scritte minatorie sui muri, i messaggi via social che la Polizia postale monitora con estrema attenzione - ha poi spiegato il responsabile del Viminale - nella consapevolezza che l'odio sparso in rete sempre in grado di tradursi in pericoli pi seri e concreti". A preoccupare anche quelle che il ministro ha definito "le tensioni politiche e sociali che nel 2019 sono state all'origine di 209 episodi di intimidazione, mentre alla criminalit organizzata attribuibile una quota estremamente bassa".