Lamorgese: c'è una parte d'Italia che non mi piace

Psc/Ral

Napoli, 8 nov. (askanews) - "C'è una parte d'Italia che non mi piace e che non ovveri vedere". Così il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, rispondendo a Napoli, a conclusione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, sulle intimidazioni ricevute dalla senatrice Liliana Segre alla quale è stata assegnata una scorta.

Per la titolare del Viminale occorre che ci sia "una presa di coscienza collettiva" ed ha assicurato che su questo ci sarà "la mia massima attenzione" perché "rilevo anche io che c'è una parte d'Italia che non mi piace e che non vorrei vedere".

Il ministro ha poi evidenziato che gli insulti rivolti alla senatrice Segre sono "dette in rete da persone che non hanno il coraggio e questo vuol dire tirare il peggio di sé, fatto che non è accettabile".