Lampedusa, il naufrago: "Così ho provato a salvare la bimba annegata"

webinfo@adnkronos.com

dall'inviato Elvira Terranova 

Ha tentato con tutte le sue forze di salvare la bambina di pochi mesi che stava annegando ma non c’è riuscito e oggi piange per il dolore. Wissen ha 19 anni ed è un tunisino mingherlino. E' tra i 22 sopravvissuti del naufragio di Lampedusa. La bimba di otto mesi morta è ancora dispersa. Si trova ad almeno 50 metri di profondità. E' lo stesso ragazzo a raccontare agli inquirenti quanto accaduto. "Sono caduto in mare e mentre andavo a fondo tenevo gli occhi aperti e ho visto un bimbo di pochissimi mesi che stava annegando - racconta tra le lacrime - L’ho afferrato per risalire. Ma all’improvviso mi sono sentito afferrare alle gambe da un africano che chiedeva aiuto. Ma mi tirava giù. E io avevo in braccio il bambino. Così sono stato costretto a slacciarmi i pantaloni. Per poterle risalire. Solo che nel frattempo ho perso la presa della piccolina. E l’ho persa. E stato terribile". Wissen è al centro di accoglienza con altri amici tunisini. Ha raccontato agli inquirenti quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì.