Lampedusa, salvato gruppo di migranti su gommone semiaffondato

Xpa
·1 minuto per la lettura

Palermo, 4 nov. (askanews) - Gli uomini della Guardia di Finanza di Lampedusa hanno salvato un gruppo di un centinaio di migranti che si trovava a bordo di un gommone in procinto di affondare a poche decine di metri dalle coste dell'isola. Il fatto è accaduto di fronte al molo della baia naturale di Cala Pisana, nel litorale orientale di Lampedusa. Tra i migranti c'erano molte donne con bambini sprovvisti di salvagente. Il natante, nella manovra di avvicinamento al molo ha urtato la punta acuminata di uno scoglio, che ne ha provocato uno squarcio in uno dei tubolari di galleggiamento, inclinandolo e facendogli imbarcare acqua. I militari, sporgendosi sul margine estremo della banchina sono riusciti ad afferrare i naufraghi e a tirarli su, uno per uno, consentendogli di guadagnare la terra ferma. Nel corso delle operazioni, uno dei soccorritori è caduto rovinosamente urtando violentemente una bitta metallica. L'intervento di un collega ha evitato che cadesse in mare. Entrambi i militari, infortunati, hanno dovuto ricorrere a cure mediche presso le strutture sanitarie.