Lampedusa, sbarco migranti: 16 nuovi arrivi nella notte

lampedusa sbarco migranti nella notte

Un nuovo sbarco di migranti si è verificato poco dopo la mezzanotte sull’isola di Lampedusa, dopo quello avvenuto nella notte tra sabato 17 e domenica 18 agosto. Secondo quanto si apprende da fonti locali, si tratta di 16 tunisini giunti sulle coste italiane a bordo di un barchino di legno. I naufraghi sono stati trasbordati su un pattugliatore della Guardia di Finanza e portati sulla terraferma, dove sono stati destinati a un centro di accoglienza.

Lampedusa, sbarco migranti

Lo sbarco dei migranti tunisini che hanno raggiunto Lampedusa è avvenuto a poca distanza dal luogo in cui, da ormai 18 giorni, si trova la nave della Ong Open Arms, in attesa di un porto sicuro. I 16 naufraghi hanno attraversato il Mediterraneo a bordo di un’imbarcazione di fortuna che è però andata incontro a gravi problemi di galleggiamento durante la navigazione. La Guardia di Finanza li ha soccorsi con un pattugliatore a quattro miglia dalla costa e li ha trasferiti al Centro di accoglienza di Contrada Imbriacola, dopo lo sbarco al molo Favaloro. Il pulmino che trasportava i migranti è stato scortato dalla polizia e circondato da turisti e curiosi.

Open Arms

Continua, nel frattempo, l’odissea della Open Arms, che da oltre due settimane si trova al largo di Lampedusa in attesa di ricevere l’autorizzazione allo sbarco dei 107 migranti che si trovano ancora a bordo. Il governo spagnolo ha messo a disposizione il porto di Algeciras, città situata nei pressi dello stretto di Gibilterra. Dopo il rifiuto della Ong, Madrid ha risposto offrendo il porto di Mahon a Minorca, nelle isole Baleari. Si attende la decisione del comandante dell’imbarcazione, Marc Reig.