L'annuncio del ministro della Salute sul vaccino

coronavirus speranza vaccino

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato la firma di un accordo europeo insieme a Germania, Francia e Olanda che prevede l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus per la popolazione dell’Unione. L’azienda con cui i ministri hanno sottoscritto il contratto è AstraZeneca.

Coronavirus: accordo europeo per distribuzione del vaccino

Il candidato vaccino in questione è quello nato dagli studi dell’Università di Oxford che coinvolgerà nella fase di sviluppo e produzione anche importanti realtà italiane. Attualmente è in fase di sperimentazione clinica di fase II/III con su una popolazione di circa 10.000 volontari adulti.

L’impegno prevede che il percorso di sperimentazione, già in stato avanzato, si concluda in autunno con la distribuzione della prima trance di dosi entro la fine dell’anno. Speranza ha così definito l’accordo raggiunto su quella che definisce l’unica soluzione definitiva al coronavirus: “un primo promettente passo avanti per l’Italia e per l’Europa“.

Il ministro ne ha parlato anche nel suo intervento agli Stati Generali sottolineando come la partita di produzione e distribuzione veda l’Italia come protagonista, non solo perché firmataria del primo contratto in occidente ma anche perché c’è una ricaduta su Pomezia, su Irbm, che è una realtà italiana.

Sull’argomento è intervenuto anche Lorenzo Wittum, presidente di AstraZeneca, spiegando che l’azienda si è impegnata per assicurare la produzione di 2 miliardi di dosi di vaccino su scala globale. “Aspettiamo fiduciosi i risultati della sperimentazione perché solo allora, se saranno positivi, questo accordo e l’impegno di tutti i partner coinvolti, avrà pieno significato e la speranza di ritornare alla normalità sarà concreta“, ha affermato.