L'annuncio di Giovanni Rezza sul Coronavirus

·2 minuto per la lettura
Covid Rezza situazione miglioramento
Covid Rezza situazione miglioramento

La situazione dei contagi in Italia sta migliorando non solo grazie alla campagna vaccinale iniziata quasi 6 mesi fa, ma anche grazie alle restrizioni messe in atto al fine di contenere la pandemia. A dirlo il direttore del dipartimento della Prevenzione Giovanni Rezza che durante il monitoraggio settimanale dei contagi, ha fornito un quadro di quello che sta succedendo e cosa potremo aspettarci nei prossimi giorni.

In particolare ha espresso un apprezzamento per l’abbassamento dell’indice Rt che ha toccato i 0.78 su base nazionale. “l’incidenza è intorno a 70 e Rt è a 0.78. Bene anche i numeri dell’occupazione delle terapie intensive […] è bene che i comportamenti individuali si ispirino alla prudenza“.

Covid Rezza situazione miglioramento, “Prudenza con le riaperture”

Nel corso dell’intervento, il direttore del dipartimento della prevenzione del Ministero della Salute Giovanni Rezza ha messo in evidenza come questo miglioramento – stando a quanto riportato da Adnkronos – sia dovuto ad una serie di fattori: “A cosa è dovuto questo miglioramento? A una serie di fattori abbiamo fatto circa 30 milioni di vaccinazioni e abbiamo 20 milioni di vaccinati con almeno una dose. Abbiamo inoltre un certo numero di persone che si sono immunizzate strada facendo, perché ammalate o infettate” aggiungendo quindi che questo ha portato ad un aumento della popolazione che si è immunizzata.

Covid Rezza situazione miglioramento, “I dati ispirano un cauto ottimismo”

Giovanni Rezza commentando i dati ha quindi aggiunto che i dati dei contagi della settimana “ci ispirano un cauto ottimismo. La situazione sta decisamente migliorando ma, al tempo stesso, dobbiamo continuare a monitorarla e ispirarci a comportamenti prudenti e responsabili da parte della popolazione. Come, del resto, sta già avvenendo”.

Covid Rezza situazione miglioramento, “Numero di deceduti apparentemente alto”

Giovanni Rezza ha poi commentato analizzando come il numero dei morti “sopra quota 200″ sia apparentemente alto: sappiamo che c’è sempre una lunga scia è dovuto al recupero di dati relativi ai giorni precedenti. Per quanto riguarda l’occupazione di posti in Terapia intensiva e in Area medica mostra una decongestione delle strutture ospedaliere”.

Covid Rezza situazione miglioramento, Pregliasco: “Non sappiamo quanto dura la copertura del vaccino”

Nel frattempo il direttore sanitario dell’istituto Ortopedico Galeazzi di Milano ha messo in evidenza come non sia quanto potrebbe durare la copertura del vaccino anche se ci si aspetta “una durata di 9-12 mesi”. Ha quindi spiegato: “Il virus potrebbe evolversi verso una fase più benigna e diventare come gli altri virus influenzali che ogni inverno ci infastidiscono”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli