L'annuncio di Valentino Rossi: "Smetto a fine stagione"

·3 minuto per la lettura

"Ho deciso di fermarmi alla fine della stagione. Questa sarà l'ultima metà stagione come pilota di Moto Gp". Lo ha annunciato Valentino Rossi, 42 anni, 25 trascorsi nel circuito dall'esordio nella classe 125 del 1996 durante una conferenza stampa indetta al Red Bull Ring.

SFOGLIA LA GALLERY: Valentino Rossi, icona da nove titoli mondiali

Il Dottore ha ufficializzato la sua decisione a poche ore dal Gp di Stiria davanti ai giornalisti e a Carmelo Ezpeleta, numero 1 di Dorna. "Ho deciso di fermarmi a fine stagione. È dura prendere questa decisione, avrei voluto correre per altri 25 anni ma è arrivato il momento di dire basta. Purtroppo, quindi, questa sarà l'ultima metà stagione come pilota MotoGP".

LEGGI ANCHE: Rossi, ritiro a 42 anni: numeri e record in MotoGp

Poi ha sottolineato: "È un momento triste e difficile, dire che l'anno prossimo non correrò con una moto. Ho fatto questo per quasi 30 anni e l'anno prossimo la mia vita cambierà da un certo punto di vista. Ma è stato grandioso e mi sono divertito tantissimo. È stato un percorso lungo e molto divertente, con momenti indimenticabili con tutto il mio team e i ragazzi che lavorano con me".

Avrebbe potuto correre con il suo team. "Ci ho pensato, ma ho preso questa decisione. La mia carriera è stata molto lunga e ho vinto tante gare, ma alcune vittorie e momenti che ho rivisto nel video sono indimenticabili. Pura gioia. Qualcosa che mi ha fatto sorridere per una settimana. Ripeto, non è stata una decisione facile, ma bisogna comprendere che in tutti gli sport i risultati fanno la differenza e penso che sia la strada giusta". 

VIDEO - Sai qual è il portafortuna di Valentino Rossi?

E ha sottolineato: "È stato difficile perché avevo l'opportunità di gareggiare in MotoGP con mio fratello e mi sarebbe piaciuto, ma va bene così. Abbiamo ancora metà stagione, credo che sarà più difficile quando si arriverà all'ultima gara. Sto soltanto comunicando la mia decisone e non posso lamentarmi della mia carriera. Ho sempre dato tutto, cercato di dare il mio massimo per restare in gioco e al top". 

Poi un pensiero ai tifosi: "È stato un lungo viaggio insieme, molte persone che oggi tifano per me o corrono con me non erano ancora nate quando io ero in pista e arrivano a questo momento insieme a me. È stato un supporto incredibile e a volte difficile da comprendere anche per me, ma mi rende orgoglioso e penso che ci siamo divertiti insieme. La decisione l'ho presa nel corso della stagione. All`inizio pensavo di decidere in estate e così è stato. Volevo continuare quando ho iniziato, ma bisognava capire se ero abbastanza veloce. Gara dopo gara ho iniziato a riflettere e ho deciso così". 

Futuro? "Adoro correre con le auto - ha concluso il centauro di Tavullia - forse appena meno che con le moto. Quindi penso che correrò con le auto, ma è ancor un processo in corso. Non ho preso alcuna decisione. Mi sento un pilota in moto e in auto e lo sarò per tutta la vita. Penso che correrò comunque".

VIDEO - Valentino Rossi, tutto quello che forse non sai

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli