L'annuncio di Xi Jinping: "Realizzeremo la riunificazione con Taiwan"

·1 minuto per la lettura

AGI - Il presidente cinese Xi Jinping ha affermato che la "riunificazione" con Taiwan deve e sarà realizzata. Tale processo, ha aggiunto, corrisponde agli interessi fondamentali del popolo e degli abitanti dell'isola.

Taiwan, ha proseguito il presidente cinese, è "una questione interna alla Cina e non ammette interferenze esterne". Parlando in occasione delle celebrazioni per i 110 anni dalla Rivoluzione del 1911, Xi Jinping ha evidenziato che "il secessionismo di Taiwan è il più grande ostacolo alla riunificazione nazionale. Chiunque voglia tradire e separare il Paese sarà giudicato dalla storia e non farà una bella fine".

Una settimana fa era stato il ministro della Difesa di Taipei, Chiu Kuo-cheng, ad avvertire come le tensioni tra le due vessero toccato il culmine.

"La Cina ha la capacità di invadere Taiwan entro il 2025 e le tensioni con la Repubblica Popolare Cinese sono le peggiori degli ultimi quaranta anni",  aveva detto dopo che 150 aerei da combattimento dell'Esercito Popolare di Liberazione cinese avevano solcato la zona di identificazione aerea di Difesa dell'isola in soli cinque giorni, dal 1 al 5 ottobre. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli