Lannutti: paese di onesti perseguitati e faccendieri premiati

Gal

Roma, 18 dic. (askanews) - "Sempre a testa alta e con le mani pulite a difendere i diritti di chi non ha voce". Lo scrive su twitter Elio Lannutti, esponente del M5s e candidato alla guida della commissione Banche finito nel mirino delle polemiche politiche perchè suo figlio è dipendente della Banca popolare di Bari.

"Malgrado fatica e impegno non si riesce a raddrizzare il paese alla rovescia, con onesti perseguitati e faccendieri premiati", aggiunge Lannutti in un altro tweet.