L'anticiclone africano è sull'Italia e le temperature toccheranno i 27 gradi

·2 minuto per la lettura
meteo
meteo

Meteo del 31 marzo con sole e caldo, ma a Pasqua e Pasquetta peggiorerà con un brusco calo delle temperature e con acquazzoni. Per le prossime ore però l’anticiclone africano che staziona sull’Italia porterà sole e caldo. Le temperature potranno toccare picchi di 27 gradi, fino a determinare per le prossime 24 ore un vero assaggio di estate. Il cambiamento meteo, per certi versi drastico, è atteso invece per Pasqua. La pioggia e un marcato ritorno di aria più fredda caratterizzeranno tutta la prima metà di aprile.

Meteo del 31 marzo: quasi estate

Ad ogni modo per domani, mercoledì 31 marzo, un anticiclone di matrice africana terrà in alto le temperature con temperature in aumento fino a 27 gradi centigradi. Questa situazione riguarderà le vallate alpine e zone della della Val Padana, per esempio in città come a Bologna. Anche città come Torino, Milano e Firenze si aspettano temperature non inferiori a 25°. Si tratta di valori anche di 7/8 gradi sopra la media del periodo. Il tempo sarà stabile e asciutto su tutta la Penisola, soltanto con un po’ di foschia che si formerà nelle prime ore del mattino sulla Val Padana e lungo le coste del centro. Questa situazione perdurerà sicuramente fino a venerdì 2 aprile, prima del repentino cambiamento climatico cui si assisterà nel weekend blindato di Pasqua.

Pasqua: crollo termico e pioggia

Qualche avvisaglia di cambiamento, ma le conferme sono attese, si comincerà a notare nel corso weekend di Pasqua. L’alta pressione inizierà a perdere energia lasciando maggior spazio alle correnti più fredde in arrivo dall’Atlantico del Nord. Quelle correnti saranno responsabili di una marcata nuova instabilità atmosferica. Sono attese perturbazioni a carattere temporalesco, con rischio di grandinate e acquazzoni in particolare nella giornata di Pasquetta su buona parte delle regioni del Centro-Nord e sulla Sardegna. Si registrerà anche un marcato crollo delle temperature.