L'anziana ha finalmente incassato la vincita

·1 minuto per la lettura
Gratta e Vinci
Gratta e Vinci

L’anziana che aveva vinto con il Gratta e Vinci rubato a Napoli ha finalmente incassato la vincita e ha ringraziato tutti coloro che l’hanno aiutata.

Gratta e Vinci rubato a Napoli, la vincitrice: i ringraziamenti

L’anziana signora che aveva vinto mezzo milione di euro con il Gratta e Vinci che è stato rubato a Napoli ha finalmente potuto incassare la vincita. La donna è molto grata verso tutti coloro che l’hanno aiutata dopo che il tabaccaio Gaetano Scutellaro era scappato con il suo biglietto vincente. “Ringrazio la Procura, i carabinieri e l’Agenzia delle Dogane” ha dichiarato, tramite il suo legale, al Corriere della Sera. La donna è molto sollevata, ora che questa vicenda si è finalmente conclusa. Il tabaccaio resta in carcere.

Gratta e Vinci rubato a Napoli, la vincitrice: ha fatto perdere le sue tracce

La procedura che è stata avviata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si è ufficialmente completata. La donna napoletana ha ricevuto il bonifico di 500mila euro e la conferma che i soldi le erano stati inoltrati sul conto corrente. La vincitrice ha dovuto far perdere le sue tracce. Si è parlato così tanto di questa vicenda che la donna ha preferito andarsene dalla sua abitazione, soprattutto dopo che ha iniziato a ricevere continue richieste di aiuto economico.

Gratta e Vinci rubato a Napoli, la vincitrice: la vicenda si è conclusa positivamente

Una vicenda che potenzialmente sarebbe potuta durare mesi si è conclusa positivamente in pochi giorni grazie all’encomiabile impegno di tutte le figure pubbliche coinvolte: grande soddisfazione e un sincero ringraziamento nei confronti di tutti coloro che hanno reso possibile la piena e definitiva tutela dei diritti di chi è stata vittima di questo fatto increscioso” ha dichiarato Claudio Botti, avvocato della vincitrice, al Corriere della Sera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli