L'aperitivo 'fai da te', l'ultima moda dei giovani nell'era covid

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Bar chiusi, locali chiusi. Niente aperitivo. Più o meno. Il fai da te e l’autogestione aguzzano l’ingegno di giovani e giovanissimi. Le restrizioni limitano le possibilità, ma non impediscono un ‘brindisi’ sui generis pomeridiano, magari in parchi aperti e ville cittadine. Immagini -tra Roma, Milano, Napoli- che ricordano l’abitudine spagnola del botellòn, con la bottiglia di birra comprata al supermercato o il ‘cocktail domestico’, prodotto a casa e portato in strada. E’ il nuovo rito che, complice l’arrivo della bella stagione e le giornate più lunghe con l’ora legale, prende piede tra le restrizioni imposte dalle misure per i locali e il coprifuoco che scatta alle 22, tra gli assembramenti da evitare e la mascherina da indossare anche all’aperto.