Lapo Elkann attacca Salvini, l’ex ministro: “Parole stupefacenti”

lapo elkann salvini

Tra coloro che, all’indomani del naufragio a Lampedusa in cui hanno perso la vita 13 donne, hanno criticato la linea politica di Matteo Salvini c’è anche Lapo Elkann. L’imprenditore, durante una visita a Palermo, ha ammesso di trovare “abbastanza vergognoso che nessuna delle istituzioni fosse presente a Lampedusa per la tragedia dei migranti. Da italiano, mi intristisce. Noi paghiamo i politici e loro devono essere presenti. Non mi piace Salvini, non mi piace il suo comportamento sul tema perché lo reputo dissolutivo e non costruttivo”.

Lapo Elkann contro Salvini

Lapo Elkann non gradisce neppure l’utilizzo della parola migranti: “Mi sembra denigratoria e non rispettosa. Mi piace invece la parola ‘nuovi italiani‘. La maggior parte di loro trova accoglienza proprio in Sicilia, grazie alla “bontà d’animo dei siciliani” che è “molto forte. Ma la Sicilia è anche la terra che soffre di più per gli approdi, è quella meno aiutata dall’Europa. Credo che la Sicilia debba essere sostenuta non solo dall’Italia ma anche dall’Unione Europea, che dovrebbe fornire supporto a quest’isola”.

L’imprenditore ha proseguito esprimendosi a favore delle Ong, che con la loro azione nel Mediterraneo “danno aiuto alle persone in mare. La realtà è che ce n’è bisogno“, come dimostrano le continue stragi al largo delle coste europee.

La risposta: “Parole stupefacenti”

Matteo Salvini ha risposto alle accuse di Lapo Elkann, definendo “stupefacenti” le sue dichiarazioni. Parole che, secondo molti, sarebbero un riferimento ai problemi di dipendenza che il rampollo di casa Agnelli ha avuto in passato. “Ma questo c’è o ci fa?” ha commentato l’ex ministro dell’Interno sulla propria pagina Twitter. Ospite a Mattino Cinque, il segretario leghista ha aggiunto: “Coloro che si dicono buoni, al contrario di Salvini brutto, cattivo e razzista, hanno sulla coscienza la responsabilità di queste maggiori partenze e di questi maggiori morti. I geni al governo hanno ri-spalancato i porti ottenendo zero. Torniamo indietro di due anni, sarà un dramma”.