Lapo Elkann, incidente stradale shock: "Ero in coma"

(Photo by Marco Canoniero via Getty Images)

Lapo Elkann, nipote di Gianni Agnelli, è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale a Tel Aviv, in Israele. Secondo quanto riportato dal Corriere delle Sera l’incidente è avvenuto una decina di giorni fa, ma la notizia è filtrata solo oggi.

Il rampollo, che al momento del sinistro era solo, è stato ricoverato in gravi condizioni all’Assuta Hospital di Tel Aviv dove è entrato in codice rosso e in coma. Elkann ha riportato varie fratture e ha subito interventi chirurgici, oggi è in convalescenza in un altro ospedale in Svizzera ed è sulla via del recupero.

Secondo quanto ricostruito Lapo stava tornando a Tel Aviv da una visita a Gerusalemme, dove aveva visitato il Muro del Pianto. L’incidente, di cui non sono chiare le dinamiche, avendo Lapo perso conoscenza, è avvenuto di sera, attorno alle 19 ora locale.

Contattato telefonicamente dal Corriere, oggi Elkann ha tranquillizzato tutti sulle proprie condizioni di salute: “Voglio innanzitutto ringraziare Dio, e poi i medici israeliani e quelli europei. Voglio pregare per i ragazzi giovani che ho visto morire in Israele accanto a me nei letti delle emergenze dell’ospedale, gli amici che mi sono stati vicini, la mia famiglia. Voglio ringraziare Dio di avermi dato la possibilità di ridarmi la vita”.

“Voglio dedicare il mio tempo, il mio cuore e risorse economiche a fare del bene occupandomi della mia Onlus, che non è un capriccio da bambino viziato” ha proseguito.

Poi ha sottolineato: “Umanamente Lapo Elkann non è come lo descrivono gli altri ma un uomo con il cuore aperto e che ha voglia di fare del bene. Con l’incidente ho capito che è questo il mio nuovo motto di vita”.