Lapo Elkann news, si aggrava la situazione del rampollo Agnelli: gli ultimi aggiornamenti

Lapo Elkann news, ultimi aggiornamenti sul processo

Il 25 gennaio prossimo si terrà il processo per Lapo Elkann, arrestato il 29 novembre scorso e poi rilasciato dopo poche ore dal 13esimo Commissariato di Manhattan con in mano l'ordine di comparizione davanti alla Corte criminale di New York fissato tra un paio di settimane. Il rampollo di Casa Agnelli aveva inscenato un finto sequestro con tanto di richiesta di riscatto di 10mila dollari alla sua famiglia per coprire le spese di un festino con un trans a base di alcool e droga, ma la scabrosa vicenda è stata smascherata nel giro di poche ore.

L'accusa di falso sequestro notificata al nipote di Gianni Agnelli rientra nei reati gravi: Lapo Elkann rischia infatti da 2 a 10 anni di carcere. La situazione, però, potrebbe peggiorare dal momento che – come riporta Dagospia – l'imprenditore 39enne già da tempo ha rinunciato alla cittadinanza statunitense e al passaporto americano per motivi fiscali.

“Pare che dall'entourage di Lapo Elkann – si legge sul sito di Roberto D'Agostino – non vogliano che questo emerga pubblicamente quando ci sarà il processo”.

Non è ancora chiaro se il manager torinese dovrà presentarsi in aula oppure potrà delegare al suo avvocato; per ora le indagini sono ferme e partiranno solo e soltanto dal 25 gennaio prossimo per ordine della Procura a cui la polizia di New York ha consegnato il dettagliato fascicolo.

Lapo Elkann news: in seguito ai problemi con la giustizia americana, Lapo Elkann si è ritirato dalla scene ed è ricomparso in Italia soltanto per partecipare al funerale della sua cara amica Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, deceduta a Milano lo scorso 22 dicembre. Alle esequie il manager col pallino per le auto e la moda è apparso molto provato in volto.


ECCO COME E' STATO RIDOTTO LAPO ELKANN: DENTI ROTTI E DODICI PUNTI AL LABBRO. GUARDA LE FOTO

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità