Lapo Elkann: "Salvini? Non mi piace". La replica: "Parole stupefacenti"

Lapo Elkann (REUTERS/Flavio lo Scalzo)

"Trovo abbastanza vergognoso che nessuna delle istituzioni fosse presente a Lampedusa per la tragedia di migranti che si è consumata: da italiano mi intristisce, noi paghiamo i politici e loro devono essere presenti". Così Lapo Elkann a Palermo per la firma di un protocollo tra la Fondazione Laps (Libera Accademia Progetti Sperimentali) di cui è fondatore e presidente e la Croce Rossa siciliana.

VIDEO - Salvini contro Lapo

LEGGI ANCHE: Leila Depina, chi è la nuova fidanzata di Lapo Elkann

LEGGI ANCHE: Che cosa fanno i figli dei politici italiani?

L'imprenditore punta poi il dito contro l'ex ministro dell'Interno: "Non mi piace Salvini, non mi piace il suo comportamento sul tema dei migranti perché lo reputo dissolutivo e non costruttivo. Poi ognuno è libero di avere le proprie opinioni".

E sui migranti: "Non mi piace la parola migranti, mi sembra denigratoria e non rispettosa. Mi piace la parola nuovi italiani".

La replica di Salvini

Immediata è arrivata la risposta di Matteo Salvini alle parole dell’imprenditore: "Da Lapo Elkann dichiarazioni stupefacenti".

VIDEO - Lapo Elkann: "Schumacher? Preghiamo per lui..."