L'arresto di Moreno e il destino di Rockfeller, il corvaccio scorretto che imbarazzò (e sedusse) i nostro '80

·1 minuto per la lettura
José Luis Moreno (Photo: hp)
José Luis Moreno (Photo: hp)

C’era una volta Rockfeller, il corvo manipolato da un ventriloquo negato, giunto a noi dalle terre di Spagna, non il miliardario, sia chiaro, che, in verità, ortograficamente fa Rockefeller. La notizia epocale del giorno racconta ora l’arresto del suo “padroncino”, il ventriloquo, l’unico che si producesse muovendo palesemente la bocca, José Luis Moreno, arrestato per truffa in Spagna. Moreno, ventriloquo (negato), attore, cantante, conduttore, produttore di se stesso, è stato infatti fermato a Madrid, l’accusa accenna a “associazione a delinquere, frode, riciclaggio di denaro e sottrazione di beni”. Il mattatore, ora 74enne, è incappato di una operazione della polizia spagnola contro una “rete internazionale attiva nel riciclaggio di denaro”. Secondo gli inquirenti, dopo aver ottenuto fondi da istituti bancari e privati, Moreno e soci, fra questi alcuni suoi nipoti, avrebbero organizzato una truffa stimata intorno a 50 milioni di euro, attraverso un reticolo di società poco limpide. Si teme pure che parte del denaro riciclato giunga dal traffico di stupefacenti.

La battuta, sebbene greve, è d’obbligo: chissà se andrà in prigione portando con sé anche il pupazzo, il corvo Rockfeller, che negli anni 80, sotto gli auspici di Raffaella Carrà e Pippo Baudo, giunse sui nostri canali televisivi di prima scelta, fra molto altro, al Dopofestival di Sanremo del 1984, “Fantastico 5”, e ancora il Festival di Sanremo dell’anno successivo. E ancora la platea familiare di “Domenica In” e infine “Finalmente venerdì” su Canale 5. E c’è da annoverare anche un ellepì, “La pappa non mi va”, sempre accompagnato dal suo manipolatore.

Il successo c’è, al punto da produrre un merchandising parallelo tutto per sé; personalmente, di Rockfeller posseggo un or...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli