L'arte è un gioco: i campus estivi di Pirelli HangarBicocca

Lme

Milano, 20 giu. (askanews) - Un gioco per permettere ai bambini di esplorare le tecniche e i linguaggi dell'arte, nonché le proprie capacità inventive ed espressive. Per il 2018 i campus estivi di Pirelli HangarBicocca a Milano sono stati progettati con l'artista Roberto Fassone che, ispirandosi alla mostra di Matt Mullican in corso nel museo, ha proposto ai piccoli una sfida creativa molto intrigante, come ci ha raccontato Laura Zocco, responsabile del Dipartimento educativo di Pirelli HangarBicocca: "I bambini - ha spiegato ad askanews - hanno recepito benissimo la presenza di Roberto, che è stata fondamentale in quanto comunica tutto il suo modo di fare arte. Lui cerca, per la sua stessa produzione, di capire quali sono le strategie e i percorsi creativi che portano a un'opera d'arte. In questo contesto, partendo dalla costruzione di una nuova cosmologia di Matt Mullican, Roberto Fassone invita i bambini, divisi per gruppi, a creare i propri mondi, la propria cosmologia".

Nel corso dei cinque giorni di durata dei campus i bambini partecipano ad attività, workshop e momenti di gioco utilizzando tutti i media, dalla performance al racconto, dal libro al video, per riflettere sul concetto di creatività. Accompagnati dagli Arts Tutor di Pirelli HangarBicocca, i piccoli si addentrano volenterosi nel terreno dell'arte, acquisendo, attraverso il gioco, informazioni e sensazioni che poi germoglieranno anche nel futuro.

"Per HangarBicocca, ma per tutte le istituzioni museali - ha concluso Laura Zocco - è fondamentale l'interazione con i bambini, noi lavoriamo con bambini a partire dai 4 anni e poter lavorare con loro, far vedere loro come l'arte contemporanea parla a tutti e come può essere compresa anche senza dei filtri di conoscenza pregressa, sia estremamente importante".