L'assessore all'Istruzione della Regione afferma: "C'è qualcosa che non va"

·1 minuto per la lettura
Covid
Covid

Melania Rizzoli, assessore all’Istruzione della Regione Lombardia, è stata alla trasmissione Dritto e rovescio condotta da Paolo Del Debbio. “Non ho visto mai un paziente cinese ricoverato in un nostro reparto, tra migliaia di pazienti di tutte le nazionalità”. Melania Rizzoli avanza quindi un sospetto sulla pandemia in Lombardia: “Sono una comunità che si è chiusa in un lockdown durissimo. Da medico, è la cosa che mi stupisce di più”.

Covid in Lombardia

Sulla situazione sanitaria che sta vivendo la Regione è intanto intervenuto anche il Governatore Attilio Fontana. Mi auguro no lockdown – dice -. Sono convinto che le cose gradualmente si metteranno a posto. Faccio un appello ai cittadini di comportarsi secondo le norme: fate tutto quello che si deve fare, altrimenti anche Natale rischia di avere dei problemi”.

Inoltre, come di consueto gli amministratori regionali hanno comunicato il bilancio dell’emergenza coronavirus in Lombardia aggiornato a giovedì 12 novembre. Rispetto alla giornata precedente sono stati registrati 9.291 casi positivi, 187 decessi e 8.229 guarigioni/dimissioni, che portano il totale complessivo dall’inizio della pandemia nella regione a 276.486 contagi, 18.910 morti e 132.254 guariti.

Assieme ai dati generali della regione sono stati diffusi anche quelli relativi alle singole province, che continuano a seguire l’aumento di casi già registrato durante i giorni precedenti. In particolare, la provincia con il maggior incremento registrato ad eccezione della città metropolitana di Milano risulta essere quella di Varese con 1.160 casi registrati nelle ultime 24 ore. Segue Monza e Brianza con 1.028 casi, Como con 762, Brescia con 621, Pavia con 410, Cremona con 255, Mantova con 211, Lecco con 189, Bergamo con 172, Sondrio con 153 e infine Lodi con 69 contagi da coronavirus.