L'Atalanta batte il Cagliari e sale al quarto posto

·1 minuto per la lettura

AGI -  L'Atalanta espugna Cagliari 2-1 e si prende un successo che vale momentaneamente il quarto posto solitario in classifica. Staccata la Roma, impegnata domenica a Venezia, e avvicinata per ora anche l'Inter, che sarà di scena nel derby contro il Milan. Ennesima sconfitta invece per i sardi, sempre più ultimi in classifica. 

Pronti via e i bergamaschi la sbloccano subito, dopo appena sei giri di lancette, grazie al tap-in di Pasalic su cross basso di Zappacosta. Al 25' Zapata ha la chance per il raddoppio ma si lascia murare da Cragno, così il Cagliari si salva e un paio di minuti più tardi trova il pareggio. Protagonista il solito Joao Pedro, che scappa sul lancio di Godin e con una deviazione di Demiral batte Musso per l'1-1. La Dea non ci sta e a ridosso dell'intervallo torna avanti con Zapata, che controlla sull'assist di Koopmeiners, si gira e di mancino non lascia scampo al portiere rossoblù.    

 Ad inizio ripresa i sardi sfiorano il nuovo pareggio con Bellanova, che spara alto da ottima posizione dopo appena 17 secondi, poi al 56' viene fischiato un calcio di rigore all'Atalanta per presunto fallo di Carboni su Pasalic, ma dopo l'on field review l'arbitro torna sui suoi passi (lasciando molti dubbi). Nel finale il Cagliari ci prova con orgoglio, ma a sfiorare ancora il gol sono i nerazzurri con Ilicic e Pasalic, respinti da un attento Cragno. Prima del triplice fischio ha una chance anche Zappacosta, neutralizzata in corner da una deviazione. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli