Latina, aggredisce dipendente Pronto Soccorso: arrestata nigeriana

Cro/Mpd

Roma, 10 ago. (askanews) - Botte e pugni a una addetta delle pulizie al Pronto Soccorso dell'ospedale di Latina e per la malcapitata una prognosi di 30 giorni. Ad aggredire la donna una nigeriana 28enne, senza fissa dimora e richiedente asilo che è stata arrestata, non senza difficoltà, dai Carabinieri del Nor di Latina. I fatti risalgono a ieri, 9 agosto, quando intorno alle 10.00 i militari del NOR sezione radiomobile di Latina, intervenivano presso il pronto soccorso dell'Ospedale "Santa Maria Goretti" traendo in arresto, nella flagranza dei reati di violenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, una donna 28 enne, di origine nigeriana, in Italia senza fissa dimora, richiedente asilo che aveva immotivatamente aggredito un'impiegata con mansioni di addetta al servizio pulizie, percuotendole violentemente il capo contro un sostegno in ferro nonché colpendola ripetutamente con pugni al capo. I militari, prontamente intervenuti, riuscivano ad interrompere l'aggressione in atto, bloccando la donna che però opponeva energica resistenza. La vittima veniva visitata presso l'ospedale è stata dimessa con una prognosi di 30 gg. L'arrestata dovrà essere giudicata con rito direttissimo.