Latina, aggredisce e uccide la suocera: arrestato un 44enne

·1 minuto per la lettura
Latina, aggredisce e uccide la suocera: arrestato un 44enne
Latina, aggredisce e uccide la suocera: arrestato un 44enne

Un uomo di 44 anni, pregiudicato, è stato arrestato per aver ucciso la suocera a Latina. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, venerdì l'uomo ha aggredito in casa la donna che è caduta a terra riportando gravi ferite. A chiamare i soccorsi è stata però la compagna che è rientrata nell'appartamento dopo qualche ora e ha trovato la madre agonizzante. La vittima è deceduta poco dopo in ospedale.

I fatti si sono svolti all'interno di un appartamento nella periferia di Latina dove abitava la vittima. Venerdì pomeriggio la figlia aveva trovato la madre con chiari segni di lesioni da trauma. In casa c'era anche il suo compagno che non avrebbe saputo riferire, in quella circostanza, le cause che avevano provocato il ferimento della donna.

Soccorsa e trasportata in ospedale, è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico per rimuovere un vasto ematoma cerebrale, ma nonostante tutti i tentativi dei medici, è deceduta poche ore dopo.

All'esito delle prime indagini sono emersi gravissimi indizi di colpevolezza nei confronti del 44enne, il quale avrebbe percosso la donna, per motivi ancora non chiari, sino a farla cadere rovinosamente a terra. 

Gli agenti della squadra mobile e della squadra volante, intervenuti nell’appartamento della vittima per acquisire elementi utili alla ricostruzione dei fatti, si sono ritrovati alle prese con l’agitata reazione dell’indagato, che peraltro si è rifiutato di indossare la mascherina anti-Covid, tanto che in conseguenza della resistenza opposta ai pubblici ufficiali è stato portato in Questura.

VIDEO - Varese, uccide il figlio e scappa: fermo ripreso con dall'elicottero

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli