Lattanzio(M5s): basta fondi a pioggia all'editoria

Adm

Roma, 5 ott. (askanews) - L'editoria non può avere "finanziamenti a pioggia", bisogna invece sostenere un "grande processo di innovazione". Lo dice Paolo Lattanzio, capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura a Montecitorio.

"Un'informazione di qualità e plurale - spiega - è tra gli elementi essenziali di ogni democrazia che funzioni correttamente. Ci prepariamo a riprendere in mano la riforma dell'editoria, affinchè la tutela del pluralismo, della trasparenza e dell'indipendenza dell'informazione sia realizzata nel concreto. Le linee guida sono già state tracciate, anche alla luce degli Stati Generali dello scorso giugno, e dunque con il coinvolgimento delle diverse realtà che operano nel settore dell'editoria".

Aggiunge Lattanzio: "No ai finanziamenti 'a pioggia' che di certo non giovano alla maggiore consapevolezza e informazione dei lettori, sì all'avvio di un grande processo di innovazione che sappia favorire e premiare anche la partecipazione dei cittadini, e sì alla valorizzazione dell'informazione locale, prevedendo supporti, laddove necessari, a questa filiera fondamentale. Questi sono i principi cardine attorno ai quali siamo intenzionati a muoverci, seguendo un sentiero già tracciato: l'obiettivo finale resta sempre e comunque un'offerta migliore per i lettori e un'informazione che rappresenti davvero una risorsa per il Paese".