Latte e burro, scatta l’obbligo di indicare l’origine sull’etichetta

Credits: Getty

Più trasparenza nella filiera di formaggi e latticini. Da mercoledì 19 aprile, infatti, scatta l’obbligo di inserire nelle etichette di tutte le confezioni dei prodotti lattiero-caseari l’origine della materia prima. Il consumatore in questo modo potrà scegliere in maniera più chiara la provenienza di latte, burro, yogurt, mozzarella, formaggi e latticini. Il provvedimento ha completato il suo iter in Europa e in Italia e si applica al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale.

“E’ una svolta storica che permetterà di inaugurare un rapporto più trasparente e sicuro tra allevatori, produttori e consumatori”, commenta Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole, già da tempo impegnato affinché il modello si affermi a livello europeo. Le etichette dei prodotti lattiero-caseari devono indicare il nome del Paese in cui è stato munto il latte e quello in cui è stato condizionato e trasformato. Nel caso in cui il latte utilizzato come ingrediente sia stato munto, confezionato e trasformato nello stesso Paese, l’indicazione di origine può essere assolta con una sola dicitura: “Origine del latte: Italia”.

Credits: Getty

Non tutto il latte italiano è uguale. La prima grande distinzione è tra allevamenti intensivi e quelli di pascolo. Le differenze di qualità organolettiche e nutrizionali, però, si perdono nel momento della vendita del latte, raggruppata indistintamente nel Made in Italy. Il consumatore, quindi, dovrebbe sapere non solo se il latte è stato prodotto in Italia, ma soprattutto come. Per valorizzare le produzione, quindi, basterebbe che l’etichetta non indicasse solo l’origine, ma specificasse anche si cosa sono nutriti gli animali.

Le nuove etichette dovranno indicare l’origine del latte in modo chiaro, visibile ed anche facilmente leggibile. Troveremo il luogo nel quale il latte è stato munto. Oltre a questa indicazione, sarà specificata anche la nazione dove il latte viene trasformato o condizionato. Se i Paesi sono di uno o tutti europei, la dicitura sarà “in Paesi Ue”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità