L'attore americano è debilitato dalla malattia contro cui lotta

·2 minuto per la lettura
michael-j-fox-parkinson
michael-j-fox-parkinson

L’attore americano Michael J. Fox lotta da 30 anni contro il morbo di Parkinson. La malattia degenerativa che, oltre al tremore, adesso gli sta portando via la memoria. “Recitare sta diventando impossibile” ha affermato Fox al settimanale statunitense People.

Michael J. Fox e il Parkinson

Michael J. Fox è l’attore conosciuto da tutti come la star di “Ritorno al futuro” e da numerosi anni combatte contro il morbo di Parkinson. La malattia lo sta tenendo lontano dalla camera da presa in quanto gli risulta molto difficile imparare le battute a memoria. La sua condizione, oltre a provocargli tremori, lo sta portando a una perdita della memoria. Come racconta al settimanale People in una lunga intervista, gli effetti del morbo sulla parola e sulla sua capacità di memorizzare le battute hanno cominciato a diventare sempre più evidenti.

“Oltre ai sintomi più evidenti come tremori e rigidità, la malattia ha avuto per me un impatto devastante sulla memorizzazione, abilità cruciale per recitare”.

La sua prima diagnosi del morbo risale al 1991. Fox, classe 1961, all’epoca aveva solo 30 anni ma nonostante i problemi dati dalla malattia, è riuscito comunque a recitare in numerosi altri film e serie televisive, come “Spin City” e “The Good Wife“.

Oltre al grave problema che si porta dietro da molto tempo, Fox ha dovuto fare i conti, nel 2018 con la scoperta di un tumore benigno alla colonna vertebrale. Nonostante l’intervento di rimozione sia avvenuto con successo, l’attore canadese nei mesi successivi si è dovuto sottoporre a diverse sedute di fisioterapia per riuscire di nuovo a camminare. Come se non bastasse, dopo poco tempo dalla ripresa, Fox ha subito una brutta caduta che l’ha nuovamente costretto a stare immobile.

Ma la sua più grande pena è quella di non riuscire a recitare. “Devo continuamente esercitarmi a recitare scioglilingua per migliorare la mia dizione”. Fox alla carriera di attore combinava anche l’hobby per la chitarra e in questo momento – racconta a People – non riesce più a suonarla bene. Ha deciso, però, di dedicarsi a un’altra grande passione: la scrittura. “Per fortuna mi piace molto scrivere” – ha affermato l’attore. Il suo nuovo libro, il suo quarto, “No time like the future” è un racconto di memorie che uscirà il prossimo 17 novembre.