L'attore Paolo Calissano trovato morto in casa

·2 minuto per la lettura

Paolo Calissano è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma. Secondo una prima ipotesi, l'attore 54enne, protagonista di diverse fiction negli anni Novanta-Duemila, sarebbe stato ucciso da un mix di psicofarmaci. Nell'abitazione nel quartiere Balduina, sono state ritrovate diverse confezioni di pillole che Calissano assumeva pare per curare una forma di depressione.

Omicidio colposo: è questa l'ipotesi di reato su cui starebbero indagando gli inquirenti in merito alla morte dell'attore. I pm della procura di Roma hanno già disposto l'autopsia.

LEGGI ANCHE: Calissano, D'Urso: "Le tue fragilità hanno preso il sopravvento"

LEGGI ANCHE: Morte Paolo Calissano, duro sfogo della sua compagna: "Sciacalli"

Dopo i primi accertamenti, si ipotizza che al momento del ritrovamento del cadavere - avvenuto intorno alle 21.45 di giovedì sera - l'attore fosse deceduto da almeno un paio di giorni. L'esame autoptico, che verrà effettuato al Gemelli, chiarirà anche le cause della morte. In casa non era presente nessun altro.

A dare l'allarme - riportano Il Corriere della Sera e il Messaggero - è stata la compagna. Sul posto sono arrivati carabinieri e medico legale.

GALLERY - Paolo Calissano, volto popolare delle fiction Anni '90-2000

Nato a Genova il 18 febbraio 1967, l'attore era diventato popolare con le soap "Vivere" e "Vento di ponente", partecipando ad altre serie tv come "General Hospital", "La dottoressa Giò", "Linda e il brigadiere".

Nel 2005 una donna, Ana Lucia Bandeira, ballerina brasiliana, è stata trovata morta nel suo appartamento a Genova per un'overdose di cocaina. Calissano era stato arrestato con l'accusa di averle ceduto la droga, e condannato a quattro anni di reclusione. Nel 2008 provoco' un incidente stradale a seguito del quale fu trovato positivo alla cocaina.

Nel 2004 aveva partecipato alla seconda edizione dell'Isola dei famosi, ma si era dovuto ritirare per un infortunio.

Nel 2005 era stato arrestato con l'accusa di aver causato la morte della ballerina brasiliana Ana Lucia Bandeira Bezerra, stroncata da un'overdose nella sua casa di Genova, e aveva patteggiato la pena di 4 anni.

Era tornato a recitare al Teatro Brancaccio di Roma nel musical A un passo dal sogno, nel 2007. L'anno dopo era stato ricoverato a Genova per un malessere e trovato positivo alla cocaina.

LEGGI ANCHE: Morto Renato Scarpa: fu Robertino in "Ricomincio da tre"

GUARDA ANCHE: Addio alla regista Lina Wertmuller, maestra della commedia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli