Laura Pausini: nomination Oscar è regalo per tutti gli italiani

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 mar. (askanews) - All'indomani della nomination agli Oscar, Laura Pausini chiedo il sostegno di tutti gli italiani. "E' una sfida, voglio viverla, non voglio tirarmi indietro".

"Mi sento più che mai bisognosa di tanta energia, di tanta positività, visto che questa nomination spero porti proprio questo a tutti. Viene in un momento in cui è contrastante questa gioia rispetto alle difficoltà che stiamo vivendo che spero sia come un regalo per tutti gli italiani - dice Laura Pausini, triplo disco di platino con "Fatti sentire", album già vincitore dei Grammy 2019, una vittoria ai Golden Globe con il brano "Io sì" - anche per chi non mi segue, per chi non ama la mia musica. Va al di là del mio nome".

"Non so cosa abbia di particolare la mia vita - prosegue Pausini -. Da quando ho vinto Sanremo 28 anni fa, mi chiedo continuamente perché, ma so che da quel giorno dentro di me è nato il desiderio di non accontentarmi, e di voler essere come un atleta, disciplinata e allenata. Ho sempre cercato di fare il meglio che potevo, a volte ho sbagliato, ma quello che sento e che ho sentito quando ho vinto il Golden Globe e ieri con la Nomination sono cose talmente più grandi di quelle sognate nella mia vita che non so bene come prenderle, a volte mi sento piccola rispetto a queste cose così grandi che mi succedono. È anche un a sorta di sfida con me stessa e mi chiedo sempre se sono sicura di volermi prendere questa responsabilità, ma non riesco mai a dire di no. Perché il premio in sè è una gioia talmente grande che è anche mio dovere nei confronti della mia vita di non arrendermi. Ogni volta che c'è una nomination o il premio finale non significa essere arrivata ma ricominciare o cominciare qualcosa di nuovo che ancora non conosco. E ogni tanto mi spaventa, perché non so se sono in grado. Ogni volta che mi spavento invece di tirarmi indietro, io mi butto. Voglio viverla questa sfida, sennò è finita".