Laura Pausini: "Non ne sapevo nulla dei fatti di Bibbiano. Mi sento incazzata e impotente"

HuffPost

Non solo la politica, anche Laura Pausini interviene sull’inchiesta “Angeli e Demoni” di Reggio Emilia che ha portato Bibbiano alla ribalta nazionale: secondo l’accusa, nel comune la rete dei servizi sociali avrebbe favorito abusi su minori, suggestionati psicologicamente per essere allontanati dai genitori e collocati in affido retribuito ad amici e conoscenti. 

“Ho appena letto un articolo sulla storia dei bimbi di Bibbiano”, scrive la cantante in un lungo post su Facebook, “Sono senza parole, senza fiato, piena di rabbia nei miei pugni, mi sento incazzata, fragile, impotente”.

La Pausini chiede che se ne parli di più e invita la gente a discuterne  anche sui social, per sensibilizzare sulla questione e spingere affinché si faccia qualcosa: “Scrivete su questi maledetti social che usiamo solo per le cavolate, cosa pensate di queste persone che strappano i figli alle loro famiglie. Non parlo di politica, parlo di umanità, di rispetto, di diritto alla vita”. E ancora: “Se avete letto, ditemi sinceramente voi non sentite di avere nelle mani degli schiaffi non dati? Non sentite la voglia di urlare? Non sentite la voglia di punire queste persone in maniera molto dura? Mi manca il fiato pensando a questi bambini e alle loro famiglie che sono stati torturati psicologicamente per sempre”.

Leggi anche...

Continua a leggere su HuffPost