Laura Ziliani, figlie in carcere per l’omicidio della donna: cosa non ha convinto gli inquirenti

·1 minuto per la lettura
Omicidio Laura Ziliani
Omicidio Laura Ziliani

Continuano le indagini per fare piena luce sull’omicidio di Laura Ziliani. Nel frattempo gli inquirenti sono al lavoro per analizzare tutti i depistaggi e confondere chi si occupa delle indagini.

Omicidio Laura Ziliani, quali sono le novità

Attualmente gli inquirenti hanno firmato l’ordinanza di custodia cautelare per due delle tre figlie della donna e il fidanzato di una di loro. I tre sono accusati di aver ucciso e nascosto il corpo di Laura Ziliani. La donna è scomparsa l’8 maggio 2021 dalla villa di Temù, in provincia di Brescia. Laura Ziliani è stata successivamente ritrovata senza vita lo scorso 8 agosto 2021.

Omicidio Laura Ziliani, ricerche e le presunte bugie

Le due figlie hanno fatto partire le ricerche dopo aver contattato le forze dell’ordine. Diversi gli appelli lanciati anche in tv, soprattutto durante la trasmissione “Chi l’ha visto” che va in onda su Rai 3.

Omicidio Laura Ziliani, la versione

I tre soggetti arrestati hanno fornito la stessa versione dei fatti per quanto concerne la scomparsa della donna. Secondo la loro versione, Laura Ziliani si sarebbe alzata, durante le prime ore del mattino di giorno 8 maggio 2021, per uscire di casa e fare una passeggiata. La donna sarebbe dovuta rientrare in casa, almeno secondo quanto dichiarato dai tre, per recarsi in discarica con due figlie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli