Laura Ziliani, il retroscena: "Sapeva delle relazioni di Paola, Silvia e Mirto"

·1 minuto per la lettura
Laura Ziliani: parla un'amica
Laura Ziliani: parla un'amica

Emergono nuovi dettagli sul caso di Laura Ziliani, l’ex vigilessa di Temù del cui omicidio sono accusate due delle tre figlie e Mirto Milani, protagonista insieme a loro di un triangolo amoroso di cui la donna, secondo quanto raccontato da un’amica, era a conoscenza. Alla base del delitto non ci sarebbero stati dunque soltanto i soldi ma anche le continue liti tra i tre.

Laura Ziliani: parla un’amica

Il retroscena è stato portato alla luce nel corso della trasmissione Storie Italiane, in cui si è tornati a parlare di tutti i moventi che avrebbero spinto Silvia e Paola ad uccidere la madre. Una di loro due era fidanzata da 10 anni con il musicista Mirto, ma l’altra sorella svolgeva il ruolo dell’amante da un po’ di tempo e Laura lo aveva scoperto.

Qualche settimana prima di scomparire aveva confidato tutto ad un’amica dicendosi sconvolta. Questa situazione avrebbe scatenato molte liti in famiglia, già fomentate dalla questione economica e dalla gestione del patrimonio immobiliare.

Laura Ziliani, parla un’amica: i ragazzi avevano resettato i cellulari

Quando sono scattate le indagini, le sorelle e Mirto hanno resettato i cellulari e giustificato il gesto con motivazioni diverse. Una di loro ha addotto di vergognarsi di essere iscritta ad un sito di scambisti, mentre gli altri due non volevano che venisse allo scoperto la loro relazione segreta. “Ho una storia con il fidanzato di mia sorella, temo che la gente lo venga a sapere”, aveva detto la ragazza alla Polizia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli