L'autopsia sul 34enne morto a Roma: "Emanuele era sano, vittima del coronavirus"

Emanuele Renzi (Photo: facebook)

Emanuele Renzi era sano. Il 34enne deceduto presso il Policlinico Tor Vergata dopo essere risultato positivo al coronavirus non aveva nessuna patologia pregressa: lo hanno confermato i risultati dell’autopsia effettuata allo Spallanzani.

L’esito è stato trasmesso ieri ai medici del policlinico Tor Vergata. Il giovane di Cave, a 50 chilometri dalla capitale, è scomparso sabato notte a causa di un improvviso peggioramento delle condizioni di salute dopo aver contratto Covid-19.

“Pericardite, miocardite, coagulopatia intravascolare disseminata”: questi gli effetti che il virus avrebbe causato al 34enne. Il giovane era rimasto casa per sei giorni con la febbre, per poi essere trasportato in ospedale  in condizioni già gravi. 

Leggi anche...

Il papà di Emanuele, il 34enne morto a Roma: "Era sanissimo: nessuna patologia"

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.