Lav: animalisti assolti in appello per la vicenda "Green Hill" -2-

Red-Alp

Milano, 4 mar. (askanews) - "Pur nel rispetto delle decisioni dell'Autorità giudiziaria - ha aggiunto l'Ufficio legale della Lav - abbiamo fin da subito ritenuto che la condanna degli attivisti fosse in contrasto con il riconoscimento dell'animale quale soggetto, essere senziente e non res, con la conseguenza che gli attivisti coinvolti non hanno assolutamente rubato qualcosa ma piuttosto salvato vite animali da maltrattamenti e uccisioni".

L'associazione ha ricordato che "la difesa degli attivisti ha contestato fino in fondo e con ferma convinzione che potessero essere ritenuti colpevoli coloro che hanno liberato animali allevati in una struttura in cui è stato successivamente accertato il maltrattamento e la morte dei beagle, invocando la legittima difesa dei ragazzi nell'interesse degli animali, la cui la vita non può essere considerata al pari di un bene mobile oggetto di furto".

La nota diffusa dalla Lav si conclude ringraziando l'avvocato Vittorio Arena del Foro di Brescia "per l'assistenza fornita".