I lavoratori Whirlpool manifestano in stazione centrale a Napoli

·1 minuto per la lettura

Circa 150 lavoratori della Whirlpool ha manifestato questa mattina alla stazione Centrale di Napoli, occupando i binari dell'alta velocità della stazione. Al centro della protesta i licenziamenti annunciati dalla multinazionale.
"Ci possiamo solo scusare per i disaggi ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si può accettare l'arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta" ha spiegato Giovanni Sgambati segretario generale Uil Campania. "Faremo tutto il possibile per contrastare questa decisione non lo merita la città di Napoli e il Mezzogiorno"

Dopo circa un'ora gli operai hanno liberato la linea dell'alta velocità, spostandosi sotto una pensilina e continuano la protesta cantando in coro 'Bella ciao'.

La manifestazione con cori, slogan e striscioni alla stazione centrale di Napoli si è conclusa intorno alle 12 con gli operai che hanno lasciato il presidio. Abbiamo manifestato perché "il futuro va garantito - ha detto Vincenzo Accurso, della Rsu della Whirlpool". Ora "stiamo ritornando in fabbrica" ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli